Un grazie di cuore dai nostri (a)Mici!

simone puorto gattini

Un messaggio a tutti i colleghi, amici o semplici curiosi che hanno acquistato il libro "Digital Marketing Turistico e strategie di revenue management per il settore ricettivo", scritto a sei mani da me, Vito D'Amico e Armando Travaglini, insieme al contributo di tanti amici (Gianluca Laterza, Aldo Polledro, Daniel Craig, etc.) e pubblicato ormai quasi un anno fa.
Il libro è stato un insperato successo in termini di vendite, nei limiti di un argomento così di nicchia come l'hotel marketing.
A ringraziarvi per l'acquisto però questa volta non sono io, né Armando, né Vito, ma tutti i mici della Casetta dei Gatti, l'organizzazione alla quale tutto il ricavato dei diritti d'autore è andato (e continuerà ad andare nel caso ci fossero ulteriori ristampe o riedizioni aggiornate).
L'Associazione "La Casetta dei Gatti" nasce nel 2004 a Roma, con l'intento di creare e portare avanti una struttura dignitosa e organizzata in grado di ospitare e curare i gatti abbandonati malati e bisognosi. 
Con il freddo alle porte la vita si fa più difficile per i nostri amici a quattro zampe senza un padrone e speriamo che questo piccolo gesto possa aiutare i tanti gattini che passeranno le feste senza una casa e una famiglia.

Per effettuare una donazione all'Associazione utilizza il c/c numero 40284724 - Cariparma Ag. n. 5 - IBAN: IT85C0623003205000040284724 intestato a: Associazione Casetta dei Gatti

Per destinare il 5 per mille all'Associazione inserisci nello spazio “codice fiscale del beneficiario” il CODICE FISCALE della Casetta dei gatti: 97425830581

Il libro è ancora acquistabile qui


"Enigmatico, il gatto è affine a quelle strane cose che l’uomo non può vedere.
È lo spirito dell’antico Egitto, depositario dei racconti a noi giunti dalle città dimenticate delle terre di Meroe e Ophir.
È parente dei signori della giungla, erede dell’Africa oscura e feroce.
La Sfinge è sua cugina, e lui parla la sua lingua; ma il gatto è più vecchio della Sfinge, e ricorda ciò che lei ha dimenticato"

Howard Phillips Lovecraft, I Gatti di Ulthar